Ultima modifica: 13 Novembre 2020
IIS Piero Martinetti > Articoli > News > International cosmic day per 5D e 5E

International cosmic day per 5D e 5E

Mercoledì 4 novembre le classi 5D (Liceo Scienze Applicate) e 5E (Liceo Scientifico) hanno avuto l’opportunità di partecipare all’International Cosmic Day (ICD – https://icd.desy.de/), un’iniziativa mondiale organizzata da alcuni dei laboratori leader nella ricerca della fisica delle particelle, tra cui il DESY in Germania e il Fermilab negli Stati Uniti, con lo scopo di far incontrare studenti, insegnanti e ricercatori per scoprire e approfondire le proprietà e il significato delle informazioni che ci arrivano dall’universo attraverso i raggi cosmici.

L’iniziativa promossa in Italia dall’INFN si è svolta quest’anno in modalità online con un collegamento dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso. Il programma della mattinata è stato ricco e coinvolgente, ha permesso ai nostri ragazzi di avvicinarsi allo studio della fisica dei raggi cosmici e degli strumenti, come il rivelatore Cosmic Ray Cube, utilizzato per effettuare la misura diretta del flusso di raggi cosmici. Il fenomeno della radiazione cosmica, invisibile agli occhi umani, racchiude in sé tutte le problematiche fondamentali della fisica moderna: dalle origini ed evoluzione dell’Universo all’attuale composizione delle forze note fino alla struttura intima della materia. Dallo studio di questa radiazione sono nate tutte le moderne teorie e le conoscenze del mondo che ci circonda.

Gli studenti, divisi a gruppi per regioni di provenienza, hanno quindi potuto partecipare direttamente, attraverso la App “Cosmic Ray Live” , alla misura del flusso di muoni atmosferici in funzione dell’angolo. E’ stato anche possibile ammirare la maestosità dei laboratori sotterranei del Gran Sasso e conoscere quali esperimenti sono al momento attivi. Infine, le attività si sono chiuse con il collegamento a La Palma – Isole Canarie, sede dell’esperimento MAGIC per ammirare il telescopio più grande a luce Cherenkov situato a terra.

Le insegnanti di fisica delle due classi, prof.sse Annarita Gerardi e Chiara Savino, sono molto soddisfatte di aver aderito all’iniziativa e si augurano di poterla ripetere nei prossimi anni anche in presenza: è stata una piccola ma significativa esperienza extrascolastica che, oltre ad incuriosire e affascinare, potrà stimolare i nostri ragazzi ad intraprendere percorsi di formazione superiore nell’ambito della fisica e della ricerca scientifica.

Gerardi A.

 

 

 

 

 

Lascia un commento