Ultima modifica: 18 Maggio 2020
IIS Piero Martinetti > Area docenti > Organizzazione del servizio e del funzionamento dell’I.I.S. “P. Martinetti” a seguito delle Ulteriori disposizioni attuative del D-L 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili all’intero territorio nazionale – DL 33/2020

Organizzazione del servizio e del funzionamento dell’I.I.S. “P. Martinetti” a seguito delle Ulteriori disposizioni attuative del D-L 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili all’intero territorio nazionale – DL 33/2020

Il DIRIGENTE SCOLASTICO

 VISTO il D. Lgs. 165/01, art. 25, che attribuisce al Dirigente Scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane, l’adozione dei provvedimenti di gestione delle risorse e del personale, nonché la competenza organizzativa dell’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative affinché sia garantito il servizio pubblico di istruzione;

VISTE le Ordinanze del Ministero della Salute del 31/01/2020, del 21/02/2020, del 20/03/2020;

VISTI il Decreto-Legge 23/02/2020 n. 6, convertito nella Legge 5/03/2020, n. 13, e 2/03/2020, n. 9;

VISTI il Decreto-Legge 17/03/2020 n. 18, convertito nella Legge 29/04/2020, n. 27, in particolare l’art. 87, cc. 1, 2, 3, e il Decreto-Legge 25/03/2020, n. 19;

VISTO il Decreto-Legge 16/05/2020 n. 33;

VISTI il DPCM 25 febbraio 2020, 8 marzo 2020, 9 marzo 2020, 11 marzo 2020, 22 marzo 2020, 1^ aprile 2020, 10 aprile 2020, 17 maggio 2020;

VISTO il DPCM 11/03/2020, che tra le misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale comprende la raccomandazione “per tutte le attività non sospese si esorta al massimo utilizzo della modalità del lavoro agile”;

VISTO il DPCM 26/04/2020, in particolare l’art. 2, c. 1;

VISTE le Ordinanza del Ministero della Salute 25 gennaio 2020, 30 gennaio 2020, 21 febbraio 2020;

VISTA l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 648 del 9 marzo 2020;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 278 del 06/03/2020, nella quale viene previsto che “spetta al Dirigente Scolastico, per quanto concerne l’attività amministrativa e l’organizzazione delle attività funzionali all’insegnamento, sentiti eventualmente il RSPP, il RLS, la RSU, adottare le misure più idonee in relazione alle specifiche caratteristiche delle strutture e alla necessità di contemperare la tutela della salute con le esigenze di funzionamento del servizio;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 279 del 08/03/2020;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 300 del 09/03/2020;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 323 del 10/03/2020, nella quale viene ribadito “l’obiettivo di limitare allo stretto necessario lo spostamento delle persone al fine di contenere la diffusione dell’epidemia Covid-19. Per cui ogni accortezza che si indirizzi in questa direzione non solo è lecita e legittima, ma è anzi doverosa”;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 622 del 01/05/2020;

VISTA la Nota del Ministero dell’Istruzione Prot. n. 682 del 15/05/2020;

VISTA la Direttiva n. 1/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per la Pubblica Amministrazione;

VISTA la Direttiva n. 2/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per la Pubblica Amministrazione, registrata alla Corte dei Conti il 12/03/2020, la quale in particolare prescrive che “le pubbliche amministrazioni, anche al fine di contemperare l’interesse della salute pubblica con quello alla continuità dell’azione amministrativa, nell’esercizio dei poteri datoriali assicurano il ricorso al lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa”;

VISTA la Direttiva n. 2/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per la Pubblica Amministrazione, registrata alla Corte dei Conti il 12/03/2020, nella quale è previsto che le attività di ricevimento del pubblico e di erogazione del servizio o di erogazione diretta dei servizi al pubblico sono prioritariamente garantite con modalità telematica o comunque con modalità tali da escludere o limitare la presenza fisica negli uffici”;

VISTO l’art. 14 della L. 7 agosto 2015, n. 124 e le modifiche ivi apportate dal DL 2 marzo 2020, n. 9, recante “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, con il quale viene superato il regime sperimentale dell’obbligo per le amministrazioni pubbliche di adottare opportune misure organizzative per il ricorso a nuove modalità spazio- temporali di svolgimento della prestazione lavorativa, con la conseguenza che la misura opera a regime;

VISTO l’art. 2, c. 1, lett. r) del DPCM 9 marzo 2020, ai sensi del quale la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della Legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporti di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti”;

VISTO il Protocollo di accordo per la prevenzione e la sicurezza dei dipendenti pubblici in ordine all’emergenza sanitaria da Covid-19 del 3 aprile 2020;

VISTO Protocollo Condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro integrato il 24/04/2020;

VISTO il Documento Tecnico INAIL sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-Cov-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione pubblicato il 23/04/2020;

CONSIDERATO che la modalità di lavoro agile disciplinata dagli artt. 18-23 della L. 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti, e che gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81 sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

VISTI gli accordi individuali di prestazione del lavoro in modalità di lavoro agile stipulati con il Direttore S.G.A. e con il Personale Amministrativo e Tecnico;

VISTE le mansioni previste per i Profili del Personale ATA dal CCNL in vigore;

VISTE le integrazioni al Contratto Integrativo di Istituto sottoscritte in data 11/03/2020;

VISTI gli artt. 17, 18 e 43 del D. Lgs. 81/08;

VISTO l’art. 650 c.p.;

VISTO l’art. 396, c. 2, lett. l) del D. Lgs. 297/94, secondo il quale al personale direttivo “spetta l’assunzione dei provvedimenti di emergenza e di quelli richiesti per garantire la sicurezza della scuola”;

VISTO l’art. 1256 c.c.;

VISTA l’Integrazione alle Direttive di massima impartita al Direttore S.G.A. Prot. n. 1150 del 11/03/2020;

VISTA l’Integrazione al DVR di Istituto predisposta dal Medico Competente in collaborazione con il RSPP e il Datore di Lavoro sul Rischio biologico da Coronavirus – Indicazioni pratiche del 28/02/2020;

VISTA l’Integrazione al DVR di Istituto predisposta dal Medico Competente in collaborazione con il RSPP e il Datore di Lavoro su Indicazioni pratiche ripresa attività lavorativa del 15/04/2020;

VISTA l’Integrazione al DVR di Istituto sul rischio biologico (in attuazione del Protocollo Condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro integrato il 24/04/2020 e del Documento Tecnico INAIL sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-Cov-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione pubblicato il 23/04/2020) del 28/04/2020, predisposta dal RSPP e perfezionata con il RLS, il Datore di lavoro e il Direttore S.G.A.;

CONSULTATO il Direttore S.G.A. per quanto di competenza;

CONSULTATI il Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione (RSPP) e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) di Istituto, in ultimo in data 29/04/2020;

CONSULTATA la RSU di Istituto, in data 10/03/2020, in data 11/03/2020, in data 17/03/2020 e, in ultimo, in data 30/04/2020;

CONSIDERATA la formazione specifica obbligatoria del personale ATA sul rischio biologico Covid-19 e sulle misure di precauzione e sicurezza da attuare in caso di ripresa dell’attività lavorativa, effettuata in data 24/04/2020 mediante il corso in modalità a distanza “Covid-19. Il punto di vista del medico competente”;

CONSIDERATO che la diffusione del contagio è incrementata dagli spostamenti fisici da luogo a luogo (soggetti alle restrizioni imposte dal DPCM 11/03/2020) e dalla prossimità fisica delle persone contemporaneamente presenti nello stesso luogo;

CONSIDERATO che l’OMS in data 11/03/2020 ha dichiarato lo stato di pandemia a livello mondiale;

CONSIDERATO che è compito del Dirigente Scolastico, salvaguardando la natura di servizio pubblico essenziale attribuita dalle norme al servizio di istruzione, organizzare il servizio in modo da tutelare la salute dei lavoratori, degli studenti e dell’intera comunità scolastica, minimizzando, nell’attuale fase emergenziale, le presenze fisiche nella sede di lavoro;

RITENUTO che, in ragione dell’erogazione dell’attività amministrativa mediante prestazione in modalità di lavoro agile, non si configura alcuna ipotesi di interruzione di pubblico servizio nei confronti dell’utenza sia esterna sia interna;

VERIFICATO che allo stato attuale, nell’istituzione scolastica I.I.S. “Piero Martinetti”, pur non sussistendo attività indifferibili da rendere in presenza sotto il profilo didattico (poiché la Didattica a Distanza, ormai a regime, è condotta interamente al di fuori dell’edificio scolastico) e dell’attività amministrativa e tecnica (erogata tramite prestazioni lavorative interamente nella modalità del lavoro agile), si rende necessaria, soprattutto in previsione di uno svolgimento in presenza degli Esami di Stato, la ripresa delle attività di pulizia e igienizzazione degli ambienti scolastici, assicurando anche la custodia e sorveglianza generica sui locali, mediante l’attivazione di un contingente minimo;

VERIFICATO che nel perìodo di sospensione delle attività didattiche non si sono registrate richieste di accesso ali locali dell’Istituto da parte dell’utenza esterna;

CONSIDERATO che le disposizioni del presente Decreto garantiscono l’attività in presenza nel caso di necessità indifferibili e urgenti che dovessero manifestarsi;

ASSODATO che le disposizioni del presente Decreto potranno subire variazioni nel momento in cui dovessero essere emanate diverse e ulteriori prescrizioni normative in relazione all’evoluzione epidemiologica e in particolare in relazione alla progressiva ripresa delle attività lavorative;

VERIFICATA la necessità di apportare le dovute modifiche ai precedenti Decreti del Dirigente Scolastico, con i quali è stata disposta l’organizzazione straordinaria del lavoro del Personale ATA a seguito delle misure urgenti prescritte dalle autorità preposte;

VALUTATO ogni altro opportuno elemento;

DECRETA

le seguenti disposizioni in merito all’organizzazione del servizio e del funzionamento dell’Istituto di Istruzione Superiore “P. Martinetti”, valide fino al 30 maggio 2020.

 Organizzazione del lavoro del Direttore S.G.A. e del Personale Amministrativo e Tecnico

 Fino al 30/05/2020, in regime di sospensione delle attività didattiche in presenza, il Direttore S.G.A. e gli Uffici Amministrativo del Personale, Amministrativo-contabile, Didattico e Tecnico dell’Istituto continuano a garantire il funzionamento dell’Istituto e del pubblico servizio lavorando in via ordinaria nella modalità del lavoro agile così come disciplinata dagli artt. 18 e segg. della L. 81/17 e dalle altre norme in preambolo, dal lunedì al sabato, con un impegno corrispondente a 36 ore settimanali articolate nella fascia oraria giornaliera 8-14, secondo l’organizzazione del lavoro predisposta dal Direttore S.G.A. sulla base delle Direttive di massima impartite dal Dirigente Scolastico, sentita la RSU di Istituto, e comunicata in ultimo  con le Circolari n. 130 e 131 del 16/05/2020.

Il ricevimento del pubblico nel periodo indicato è sospeso; le comunicazioni continuano ad avvenire in modalità telematica, utilizzando gli indirizzi mail personale@iismartinetti.edu.itcontabilita@iismartinetti.edu.itdidattica@iismartinetti.edu.it e all’indirizzo info@iismartinetti.edu.it, o telefonicamente (in orario 8-14), al n. 011.9832445, opportunamente deviato, e verranno indirizzate ai rispettivi ambiti e Uffici di competenza.

Informazioni e aggiornamenti in merito al funzionamento dell’Istituto saranno disponibili al sito http://www.iismartinetti.edu.it.

I soggetti esterni (es. corrieri) avranno accesso all’Istituto solo previo appuntamento e su autorizzazione del Dirigente Scolastico; eventuali consegne verranno ricevute dal personale all’esterno dell’edificio mantenendo la distanza interpersonale prescritta; in tali casi verranno adottate le misure previste dal DVR come integrato dal RSPP di Istituto e dal Medico Competente sulla base del Documento Tecnico dell’INAIL e del Protocollo condiviso del 24/04/2020, in particolare l’utilizzo da parte degli stessi di mascherine monouso di tipo chirurgico e guanti (in assenza di tali DPI l’ingresso alle pertinenze non sarà consentito).

Verranno garantite eventuali attività indifferibili e urgenti che richiedano la presenza del Personale, provenienti dall’utenza esterna o interna e valutate dal Dirigente Scolastico e dal Direttore S.G.A., su appuntamento, da richiedere inoltrando una e-mail all’indirizzo sopra indicato.

Il Dirigente Scolastico organizzerà la propria presenza in servizio in correlazione con le esigenze della struttura e con l’espletamento dell’incarico affidato, assicurando la piena funzionalità dell’Istituto, a supporto dell’attività didattica a distanza dei docenti e dell’attività amministrativa e tecnica degli uffici coordinata dal Direttore S.G.A., con cui manterrà un costante rapporto di consulenza e confronto. Il Dirigente garantirà la propria presenza nell’Istituto e la propria costante reperibilità, sia telefonica sia mediante l’impiego della posta elettronica, in relazione all’attività di gestione richiesta dalle diverse situazioni contingenti connesse al funzionamento dell’istituzione scolastica.

  1. Organizzazione del lavoro dei Collaboratori scolastici

 Constatata la necessità di effettuare una graduale e progressiva ripresa delle attività di pulizia e igienizzazione degli ambienti scolastici, specie in previsione dello svolgimento “in presenza” dell’Esame di Stato, e di assicurare anche la custodia e sorveglianza generica sui locali, il servizio dei Collaboratori Scolastici sarà svolto in presenza e sarà organizzato attivando un contingente minimo di n. 2 unità, con orario di servizio 7,30-14,42.

Le prestazioni saranno rese attraverso turnazioni e modalità organizzative ri-pianificate, tenendo presenti condizioni di salute, cura dei figli a seguito della contrazione dei servizi educativi, situazioni di pendolarismo con utilizzo dei mezzi pubblici per i residenti fuori dal Comune sede di servizio.

Verificato che i periodi di ferie riferiti al precedente anno scolastico sono stati fruiti entro il 30 aprile 2020, per sopperire alla mancata prestazione lavorativa, si farà ricorso al monte ore straordinario e successivamente alla fattispecie della obbligazione divenuta temporaneamente impossibile (art. 1256, c. 2, c.c.).

Il Piano dei turni di lavoro potrà subire variazioni e modifiche in relazione all’evoluzione epidemiologica e a sopraggiunte disposizioni normative.

  1. Docenti

 I Docenti continueranno a svolgere le attività di Didattica A Distanza per tutte le classi dell’Istituto secondo le indicazioni generali formalizzate nelle Linee guida e nelle Istruzioni operative del Dirigente Scolastico e secondo le modalità organizzative deliberate nelle sedute del Collegio dei Docenti del 11/03/2020 e del 13/05/2020 e nelle riunioni dei Consigli di Classe del 13/03/2020 e del 16/03/2020 e successivi, utilizzando gli strumenti del registro elettronico e delle applicazioni di Google Suite for Education.

Non essendo pervenute, alla data attuale, richieste di utilizzo delle postazioni già predisposte nei locali dell’Istituto, dette attività si intendono realizzate autonomamente dal docente, con mezzi propri, al di fuori dell’edificio scolastico.

Verranno garantite, in ogni caso, eventuali richieste in tal senso che si rendessero necessarie per garantire l’attività didattica a distanza. Il Dirigente Scolastico resta a completa disposizione dei docenti per tutto il periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza.

  1. Validità

 Le presenti disposizioni, che sostituiscono integralmente quelle del precedente Decreto dirigenziale del 02/05/2020, potranno essere integrate, modificate o prorogate in ragione dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria.

Le modifiche qui determinate al Piano delle attività del Personale ATA e disposte dal Direttore S.G.A. possono essere  rettificate  con  ordine  di  servizio a  firma  del  Dirigente Scolastico  e  del Direttore S.G.A. al verificarsi di nuove contingenze e necessità.

Caluso 17/05/2020

Il Dirigente Scolastico

Katia MILANO

Lascia un commento