Ultima modifica: 3 Giugno 2022
IIS Piero Martinetti > Articoli > News > Premio Gobetti al concorso nazionale “FILMARE LA STORIA”

Premio Gobetti al concorso nazionale “FILMARE LA STORIA”

PRESTIGIOSO ED ULTERIORE RICONOSCIMENTO ALL’IIS MARTINETTI

ll documentario “Salva una storia – Ebrei internati a Caluso”, realizzato dagli studenti e dalle studentesse delle classi II C, II L, IV C, IV N, V C, VE, VG, VL, ha vinto il premio Paolo Gobetti – Film Commission Torino Piemonte” al Concorso Filmare la storia 19ma edizione.


Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato alla delegazione degli studenti intervenuti dalla dott.ssa Paola Bricchetto dell’Istoreto, membro della giuria del Concorso. Così recita la motivazione:
“Si è inteso premiare lo straordinario lavoro di ricerca storica compiuto dagli studenti e dai docenti, basato su una mole considerevole ed eterogenea di fonti. Grazie allo scavo documentario e alla contestualizzazione storica è possibile ricostruire forse per la prima volta le vite e i destini degli ebrei croati internati a Caluso, molti dei quali, dopo l’8 settembre del 1943, perirono nei lager nazisti. Un esempio pregevole di metodo di ricerca storica che, a partire da un’indagine radicata in un territorio ben definito, arriva a recuperare il senso paradigmatico delle vicende di individui storicamente determinati, con nomi, cognomi, mestieri, dei quali il nazifascismo ha cercato di cancellare per sempre le tracce. Il documentario risponde allora anche ad una finalità scopertamente civile, quella di salvare dall’oblio, attraverso la tessitura di un racconto, i frammenti che gli archivi ci consegnano e di restituire per questa via la dignità agli esseri umani che ebbero in sorte quei nomi.”


Alla cerimonia di premiazione, svoltasi in presenza a Torino il 1 giugno presso la sala Novecento del Polo del ‘900 in via del Carmine 14, ha partecipato una folta rappresentanza dei 56 studenti coinvolti nel Progetto. Molto apprezzati sono stati gli interventi di Federico Bosica (5E scientifico), Francesca Zanetto (4C artistico) e Alessia Bussetto (4N chimico) che hanno spiegato succintamente le linee guida del
lavoro svolto.
Gli studenti hanno potuto confrontarsi con gli elaborati delle altre scuole, che, come richiesto dal bando, raccontavano con le immagini in movimento nuclei della storia dell’ultimo secolo. Un importante esercizio di scambio in cui diversi sono gli autori, gli sguardi, le scelte, le esperienze ma resta invariato l’oggetto: gli ultimi cento anni della nostra storia. Tale esercizio risulta particolarmente importante nel preciso momento storico che noi cittadini europei stiamo vivendo, affinché il confronto con gli orrori delle guerre, ispiri pensieri di pace, capaci di contrastare l’odio e la violenza che una parte del territorio del nostro continente sta tristemente vivendo.

Orsini I.

 

 

Lascia un commento