Ultima modifica: 23 Marzo 2021
IIS Piero Martinetti > Articoli > News > Dalla mente al corpo: il corso sulle tecniche di rilassamento per il personale docente del Martinetti

Dalla mente al corpo: il corso sulle tecniche di rilassamento per il personale docente del Martinetti

“La trasformazione che si è operata in questo periodo, a partire dai lockdown conseguenti alla pandemia, ha completamente rivoluzionato il modo di lavorare all’interno dell’ambiente scolastico. I costi in termini economici, ma soprattutto umani, a livello della relazione tra individui, sono stati e rimangono enormi. È ancora presto per capire quali effetti a lungo termine abbia provocato questo stravolgimento della quotidianità e quali mutamenti rimarranno permanenti, tuttavia si sono evidenziati segnali di disagio sociale”.

Nasce da questa consapevolezza il percorso formativo che l’I.I.S. Martinetti di Caluso ha messo a disposizione del proprio personale docente: si tratta del progetto Mente calma e corpo efficiente – Gestire lo stress del lavoro e della quotidianità attraverso tecniche di rilassamento occidentali e orientali. Il percorso è stato pensato proprio con l’intento di offrire uno spazio di recupero per evitare il burn-out, apprendendo le tecniche per imparare a gestire lo stress personale e quello generato dal contesto di lavoro.

Il corso, progettato e tenuto sulla piattaforma Google Meet dalla psicologa di istituto, la dottoressa Claudia Giordana, è articolato in 4 sessioni per un totale di 6 ore, ciascuna focalizzata su temi quali il lavoro virtuale e la gestione delle richieste continue, la gestione delle lezioni online e del rapporto mediatico con i ragazzi, la fiducia nelle relazioni sul web, la mancanza di assimilazione, sedimentazione e padronanza degli apprendimenti da parte degli studenti in DaD.

Osserva la dottoressa Giordana: “I colloqui e i contatti con studenti, genitori e insegnanti riverberano la fatica di gestire questo periodo, il disorientamento per la perdita di confini spazio-temporali in cui collocare attività e riposo, dimensione personale e professionale, momento ludico e  impegno. In questa situazione viene lamentata, da più parti, la sensazione di un tempo infinito, dilatato in cui non si stacca mai, in cui ci sono sempre cose da fare e in cui si fa fatica a recuperare del tempo di qualità per sé”.

Il corso, che ha visto la partecipazione di oltre 70 insegnanti, rappresenta dunque un’occasione per riflettere e lavorare sulla consapevolezza: consapevolezza di sé, dei propri stati d’animo, dei propri obiettivi, del valore che si dà all’apprendimento e all’insegnamento, per evitare che l’ansia da prestazione dei docenti, in un periodo tanto delicato, si traduca in un’azione didattica meno efficace e in una relazione educativa tesa. Buona parte degli incontri è dedicata alla sperimentazione di differenti tecniche di rilassamento e di meditazione basate sulla tradizione sia occidentale sia orientale, che permettono di ritrovare l’equilibrio tra corpo e psiche, tra mente e spiritualità e, fondamentalmente, con il senso del nostro essere esseri umani.

Il Martinetti ha in questo modo voluto offrire ai propri insegnanti un piccolo spazio personale in cui guardarsi dentro e scaricare tensioni fisiche ed emotive, per applicarsi al proprio lavoro con rinnovata motivazione ed energia.

 

 

1 commento »

  1. Francesca Foti ha detto:

    Ottimo articolo. Grazie Sara

Lascia un commento